Patroni Griffi: su esuberi no tagli lineari, 11 mila nello Stato

Ansa

Domenica 5 agosto 2012

 

 

Bene spending review, Province dimezzate, e' razionalizzazione

 

 

Non saranno tutti "esuberi effettivi" i 24 mila individuati nella Pubblica amministrazione, di cui 11 mila a livello statale. Non ci saranno tagli lineari, come del resto per le Province che saranno comunque dimezzate. Parla piuttosto di operazioni di "razionalizzazione e riordino" il ministro della Pubblica Amministrazione Filippo Patroni Griffi. Questa è "la fotografia dell'esistente" spiega a Tgcom24 parlando di esuberi, ma "proprio perché procederemo di amministrazione in amministrazione faremo spostamenti e compensazioni caso per caso. Il 31 ottobre saremo in grado di dare le cifre degli esuberi per le amministrazioni statali, mentre per le realtà locali il discorso è più complesso". Ai sindacati consiglia "di non autoescludersi perché è un cammino innovativo e centrale per il settore pubblico. Già nella riallocazione delle risorse costringeremo le amministrazioni a ripensare le loro politiche di spesa per evitare duplicazioni".

L'apparato pubblico, ha proseguito il ministro, "non è sovradimensionato rispetto alla media europea, ma in un momento di crisi bisogna tagliare dove non si è indispensabili, ridurre gli sprechi, ridimensionare l'apparato e razionalizzarlo senza che si traduca in servizi peggiori al cittadino. Questo del 10% e del 20% è un obiettivo finale, calibreremo il personale in funzione delle missioni delle singole amministrazioni. Sulla fermezza contro i fannulloni "non c'é da discutere", ma la legge Brunetta era un "sistema era troppo rigido" il cui merito "fu porre al centro del recupero della produttività la valutazione dei dipendenti".

Sulla spending review, il ministro si è detto soddisfatto "dal complesso della tenuta del sistema normativo" e ha confermato che "si arriverà al dimezzamento delle Province", anche in questo caso "non sarà un'abolizione, ma un riordino per evitare una duplicazione di compiti tra Comuni e Regioni" perché ci sono "troppi piccoli centri di potere che impediscono la realizzazione di un sistema riformatore di grande portata. I territori sapranno cogliere la sfida per ammodernare il sistema di governo". Sulla polemica legata al prezzo d'acquisto della sua casa e al pagamento dell'Imu, il ministro ha spiegato che "non fu una casa acquistata con trattativa privata con prezzo d'affezione, ma un acquisto da un ente previdenziale dentro a un quadro di dismissione. Se non l'avessi comprata io a quel prezzo l'avrebbe comprata chiunque altro".

 

Commenti: 1
  • #1

    Orfino (sabato, 08 settembre 2012 10:42)

    Mi chiedo come abbia fatto Patroni Griffi ad accaparrarsi quell'appartamento. Per noi comuni mortali sarebbe impossibile anche comprare un'appartamento di edilizia popolare. Da chi ha ottenuto l'informazione circa il "quadro di dismissione"? Quale procedura ha seguito per ottenerlo a quel prezzo ridicolo? Quante altre persone ne hanno richiesto l'acquisto e gli e' stato risposto : troppo tardi! Quali enormi difficolta' ha incontrato?
    Il mondo e' pieno di furbetti del quartierino i quali predicano bene e razzolano male.
    Ormai solo a sentire parlare di questi professoroni viene la nausea e il vomito spinge impellente nell'esofago.
    E' triste rendersi conto come nella nostra societa' abbondino persone simili che hanno a cuore sempre e solo gli interessi personali ed il proprio ego.
    Si sente spesso dire da questi soggetti: "mi assumo le mie responsabilita'" ma non si capisce mai quali siano le responsabilita' alle quali si riferiscono e, in sostanza, cosa dovranno risarcire alla collettivita' in caso di mancato obiettivo o di danno arrecato.Forse ha ragione Grillo -buttiamoli tutti fuori a calci nel sedere -..........ma poi?

    Bisogna adottare delle leggi che prevedano la reclusione e il sequestro di beni a fine di indennizzo per chi ha governato il Paese arrecando danno o non avendo raggiunto gli obiettivi promessi in campagna elettorale.

    Da li' in poi forse avremo governanti piu' onesti.
    Questa e' la mia opinione; voi che ne pensate?